CONTACTS

E-mail me at: orsojonny@gmail.com




lunedì 14 maggio 2012

VOLTERRA E IL MUSEO DELLA TORTURA


Siamo tutti qui a chiederci come sia possibile che splenda il sole durante tutta la settimana, mentre nel weekend forze oscure rendono i cieli d'Italia nuvolosi e come la pioggia sia ormai una costante...
Nonostante tutto ciò, temperature in picchiata e pioggia torrenziale la voglia di scoprire nuovi posti non mi abbandona ed eccomi a visitare l'affascinante e misteriosa Volterra...

Antica città toscana dove la storia ha lasciato il suo segno con continuità dal periodo etrusco fino all'ottocento, con testimonianze artistiche e monumentali di grandissimo rilievo, che possono essere ammirate semplicemente passeggiando per le vie del centro storico, ma anche visitando i musei cittadini: il Museo Etrusco, la Pinacoteca Civica, il Museo d'Arte Sacra, l'Ecomuseo dell'Alabastro.





Qualcosa di affascinante ed inquietante serpeggia per le strade di questa cittadina, complici anche le pessime
condizioni metereologiche, e il ricordo di alcune scene viste nel film " NEW MOON" della saga Twilight!
Percorrendo viottoli antichi, ammirando monumenti romanici e curiosando nei negozi di prodotti in alabastro,siamo giunti, bagnati fradici, al Museo delle torture!!!



non potevo fare a meno di fare l'idiota! :)

le maschere del boia








Attraverso un agghiacciante viaggio tra gli strumenti d'esecuzione capitale, tortura e pubblico ludibrio, questa insolita esposizione rappresenta una formidabile testimonianza della criminalità di stato.
Tutti supplizi che a vederli fanno rabbrividire, e dimostrano come l'uomo abbia impiegato forze e ingegno nella creazione di strumenti di morte e sofferenza!




Lasciatevi trasportare, tra immagini e strumenti ben illustrati in tutte le lingue, ovviamente consigliato per le persone non troppo impressionabili!
trovate tutte le info ed altri musei su questo sito:


foto: Pesole A.
Cintura J.








12 commenti:

  1. Ci sono stato e ne ho visti altri 2 uno In Uk e l'altro in Sicilia...

    RispondiElimina
  2. io avevo visto anche quello di San Marino, ma questo è fatto davvero bene!

    RispondiElimina
  3. Non ci sono mai stata...pero'ho visto quello di San Marino..un bacione bambola!!!

    RispondiElimina
  4. Ho in mente un paio di persone che infilerei in quella specie di bara con gli spuntoni... lo farei solo per il bene dell'umanità e per il mio quieto vivere!

    grazie per il tuo commento, sei stata carinissima,
    un bacione

    Style shouts

    RispondiElimina
  5. uahuahuhahahhhahaahha ma seriamente!!! quello strumento si chiama "la vergine di Norimberga" e credo potrebbe fare al caso nostro!!! ma anche il lettino che allunga non è male....baci

    RispondiElimina
  6. Terribile!!! Mi viene male solo a guardare quegli strumenti!!!
    ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. infatti Riccardo...quel pomeriggio passato lì insieme ad altri amici ci lasciò addosso una specie di angoscia...

      Elimina
  7. I really enjoy your post!
    So interesting!!

    Take care :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. thank you Anne!!! I wish you will return here in my "room" and follow me!!! kiss

      Elimina
  8. Beh però ......bravo il fotografo hehehehe .....un museo veramente interessante!

    RispondiElimina
  9. hehehe ho un fotografo d'eccezione!

    RispondiElimina

Se lascerete un commento ne sarò molto felice!
Please leave a lovely comment!